Prototipazione Rapida: veloce, precisa, affidabile

La prototipazione rapida è un insieme di diverse tecniche industriali che permettono la realizzazione del “prototipo”, cioè il primo elemento, o i primi elementi, di una futura serie produttiva finale.



I campi di applicazione sono potenzialmente infiniti in quanto la prototipazione rapida non ha limiti di forme o geometrie ed i materiali utilizzabili sono vari e numerosi. Essa si rivolge alla maggior parte dei settori: dal design alla produzione, ma anche agli utenti privati che vogliono dare vita alle loro idee!

Un file 3D, realizzato con un qualsiasi CAD, viene convertito in formato STL adottando degli opportuni parametri per evitare che la mesh abbia una scarsa definizione, dato che si ripercuoterebbe sul prodotto finale.
Successivamente viene realizzato uno studio di fattibilità che fa riferimento in modo particolare agli spessori del pezzo da realizzare in rapporto alla tecnologia costruttiva scelta. Si passa quindi alla fase produttiva: i file STL vengono inviati alla macchina e si procede alla realizzazione dei prototipi. Una volta terminata questa fase, in base alla tecnologia scelta, generalmente si avvia una fase di post processo che consiste nella rimozione del materiale di supporto (necessario a sostenere i pezzi in fase costruttiva) o in un'eventuale finitura da realizzare sui prodotti.
Come ultima operazione si esegue un controllo dimensionale per verificare che il prototipo rispetti tutte le dimensioni e le tolleranze richieste.

Tecnologie e Materiali

Le tecnologie di prototipazione rapida sono molteplici e si differenziano in base al metodo di realizzazione dei prototipi ed ai materiali impiegati. Di seguito elencheremo le più diffuse:

  • Stereolitografia SLA: tramite un laser solidifica il materiale liquido contenuto in una vasca all'interno della macchina; lavora resine epossidiche.
  • Sinterizzazione SLS: tramite un laser solidifica la polvere di materiale contenuta all'interno della macchina; i materiali utilizzati sono a base poliammidica (PA o Nylon).
  • Tecnologia FDM: tramite due estrusori deposita il materiale strato per strato; i materiali lavorati sono: ABS, PC, PC-ABS, PPSF, Ultem, PC-ISO.
  • Tecnologia Objet: tramite 8 testine nebulizza resina epossidica strato per strato; si tratta di una tecnologia molto veloce.
  • Sinterizzazione DMLS: solidifica la polvere di materiale metallico, contenuta all'interno della macchina, tramite un laser; i materiali metallici lavorabili sono molteplici, come ad esempio: acciaio inox, titanio, alluminio, cromo-cobalto,ecc.

Abbiamo qui elencato le principali tecnologie di prototipazione rapida , ma ne esistono anche altre meno conosciute.

Perché scegliere ZARE prototipi

Disponiamo di diversi macchinari e tecnologie di prototipazione rapida e siamo in grado di soddisfare le esigenze dei clienti in tempi molto rapidi.

Grazie al nostro team dinamico e professionale possiamo fornire prodotti grezzi, verniciati, rivestiti in fibre leggere o di legno, cromati, metallizzati, rivestiti con particolari vernici protettive.
Il nostro team è sempre disponibile a fornire consulenze e a confrontarsi con i clienti per trovare la soluzione ottimale per ogni esigenza.

Case History

Vediamo alcuni esempi di applicazione delle tecnologie di prototipazione rapida che ci hanno permesso di rispondere alle esigenze dei clienti in modo rapido ed efficace.

1. Serbatoio funzionante ed estetico

Serbatoio funzionante ed estetico


L'esigenza del cliente era duplice: avere un prodotto da esporre in fiera, quindi un oggetto curato dal punto di vista estetico, ma allo stesso tempo mettere alla prova il funzionamento del serbatoio introducendovi acqua e sapone.

Abbiamo optato per realizzare il prototipo diviso in più parti (4 parti) tramite sinterizzazione SLS in Nylon caricato alluminio. Successivamente abbiamo assemblato le varie parti con adesivi strutturali ad alta resistenza e rivestito l'interno del serbatoio con una resina particolare che svolge due funzioni: evitare perdite di fluido e impedire che il solvente vada ad intaccare il materiale. La fase finale è stata quella di preparazione e verniciatura del particolare, secondo indicazioni del cliente.

2. Sveglie metallizzate definitive

Sveglie metalizzate definitive


In questo caso il cliente doveva realizzare circa 30 sveglie definitive per poterle distribuire ai rivenditori, ma non aveva ancora a disposizione gli stampi in acciaio.

Abbiamo optato per realizzarle mediante replica da stampo al silicone, successivamente le abbiamo preparate e metallizzate sottovuoto dando così l'effetto desiderato dal cliente in tempi rapidissimi.

3. Frontalino cubicato effetto fibra di carbonio

Frontalino cubicato effetto fibra di carbonio


In questo caso il cliente ha richiesto un frontalino definitivo da montare in vettura per un mock-up dimostrativo all'utente finale.

Abbiamo realizzato questo componente (lungo 850mm) in monolitico tramite tecnologia FDM in ABS. Successivamente lo abbiamo preparato superficialmente e mandato in cubicatura per dargli l'effetto fibra di carbonio. Una volta montato ha svolto egregiamente la sua funzione estetica, ma allo stesso tempo ha permesso al cliente di avere a disposizione un prototipo identico al prodotto finale, in quanto l'ABS impiegato è il medesimo che si utilizza in produzione.